Ponti Roma Antica: Impero Roma Antica: Monarchia

Ponte Emilio (o Ponte Rotto)

Il Ponte Emilio (Pons Aemilius) o Ponte Rotto, è il primo ponte costruito in muratura a Roma. Sorgeva in prossimità dell’Isola Tiberina, poco più a nord del Ponte Sublicio, considerato anch’esso il primo ponte di Roma ma costruito in legno.

Ponte Emilio, la storia del Ponte Rotto e delle sue infinite ricostruzioni

Il ponte fu costruito probabilmente intorno al 241 a.C. da Manlio Emilio Lepido (secondo Plutarco e Tito Livio), nell’occasione della realizzazione dell’antica via Aurelia, corrispondente all’odierna via della Lungaretta, ma è attribuito più comunemente ai censori Marco Emilio Lepido e Marco Fulvio Nobiliore che probabilmente provvidero nel 179 a.C. a rafforzare le fondazioni dopo una delle numerosissime piene del Tevere.

Nel 142 a.C. il ponte su ricostruito su quelle stesse fondamenta da Publio Cornelio Scipione Emiliano (figlio di Scipione l’Africano) e Lucio Mummio e rifatto completamente nel 12 a.C. dal Pontefice Massimo Augusto e, proprio per questo, rinominato ponte Massimo. Questa denominazione durò fin quando nel’872 Papa Giovanni VIII trasformò il Tempio di Portunus nella chiesa di Santa Maria Egiziaca, assegnandogli il nome di ponte di Santa Maria. Nel tempo si trovano diverse ulteriori testimonianze di nomi assegnati a questo storico ponte: ponte Senatorio, probabilmente dopo il restauro proposto dal senato romano nel 1144 e ponte Janiculense.

Nei secoli ci furono numerosi crolli causati dalle piene del Tevere e dalla poca qualità nella realizzazione della struttura. Nel 1552 sotto Papa Giulio III le arcate del ponte furono ricostruite di nuovo su progetto di Michelangelo, realizzato però malissimo da Nanni di Baccio Bigio. Giorgio Vasari racconta che un giorno, mentre passava sul ponte insieme a Michelangelo, l’artista disse: “Giorgio, questo ponte ci trema sotto; sollecitiamo il cavalcare, che non ci rovini in mentre ci siam su”. In effetti, il 14 settembre del 1557, probabilmente a causa di una delle più violente alluvioni della storia di Roma, il ponte crollò.

Solo nel 1853, su progetto dell’ingegner Pietro Lanciani, fu costruita una passerella metallica sorretta da funi e poggiata sulle arcate restanti del ponte, restituendo l’attraversamento ai cittadini. Questa soluzione però, durò solamente fino al 1887, quando ne fu decretato l’abbattimento e la creazione del nuovo adiacente ponte Palatino.

Ad oggi dello sfortunato ponte rotto ne rimane testimonianza visiva grazie all’unica arcata sopravvissuta, ora abbandonata nel fiume e visibile da entrambe le rive ai piedi dell’Isola Tiberina.

Articolo di Francesco Nardi

Ponte Rotto Ponte Emilio

You have to be logged in to favorite, click here to login
Condividi
If you notice that information about a listing is missing or inaccurate, please let us know
Also show
'700 e '800
Archeologia
Architettura
Biblioteche
Fontane
Medioevo
Monumenti e Statue
Musei
Parchi e Giardini
Ponti
Roma Antica: Impero
Roma Antica: Monarchia
Roma Antica: Repubblica
Roma Barocca
Roma Contemporanea
Roma Moderna
Roma Rinascimentale
Siti Storici
Street Art
Tardo Antichità
Indicazioni

Info e contatti

Ponte Rotto, Via di Ponte Rotto, 00186 Roma RM, Italy http://www.turismoroma.it/cosa-fare/ponte-milvio

Il meteo della settimana


Meteo Roma

Il meteo della settimana


Meteo Roma
Claim your business listing on Cosa Vedere a Roma. Claim my business.